Feeds:
Posts
Comments

Archive for October, 2009

Furbi, eh?

Ieri sera ho visto la settimanale puntata di Report, questa volta dedicata all’autodistruzione in corso nel settore del divano, nel forlivese.

Per chi non avesse visto la puntata, il succo del discorso è: gli artigiani italiani stan venendo massacrati economicamente dalla concorrenza sleale dei cinesi impiantati nella stessa provincia, che pagano i propri operai in nero. Nonostante la cosa sia stata denunciata, però, non ci sono nella realtà mezzi coercitivi a disposizione delle forze dell’ordine (o, se ci sono, non sono debitamente utilizzati) per far cessare definitivamente queste attività che “drogano” il mercato: pagano una multa e riprendono a lavorare.

La cosa interessante è il fatto che alla base del problema c’è, nella mia opinione, la tolleranza verso gli atteggiamenti “furbi” che fa parte oramai della nostra cultura e -di riflesso- della nostra legislazione: finchè a fare concorrenza sleale usufruendo di lavoro nero erano stimati cittadini italiani, era (ed è) costume soprassedere, che –suvvia– cosa avran mai fatto di male, una multarella e si torna al lavoro.

Ed ecco che i meccanismi di controllo sono stati volutamente debilitati, le sanzioni ridotte, l’iter di rogne legali reso ridicolmente inefficace.

Quando però lo stesso meccanismo viene utilizzato a proprio vantaggio dai cinesi, ecco che nasce il problema ed un fiorente mercato manifatturiero va a rotoli.

Premiare i furbi ci ha fatto comodo fino al momento in cui ci siamo accorti che c’è qualcuno che in quanto a furbizia sa metterci alle strette, insomma.

Considerando l’andazzo parlamentare di questi ultimi 10-15 anni, volto a depenalizzare di tutto un po’ per risolvere i guai passati lì per lì da questo o quel politico, non si venga però a sostenere che il problema sono i cinesi in quanto immigrati…

Read Full Post »

Cosa è Internet e come funziona?

Un filmato prodotto da Euro-IX aiuta i profani a capire cosa stanno usando esattamente.

Read Full Post »

Attendere al varco…

…per vedere quanti si faranno male questa volta…

http://www.blackholes.us/

Read Full Post »

Sicurezza alla radice

Buone nuove sul fronte dell’implementazione di DNSSEC.

In base alla presentazione fatta da Matt Larson (Verisign) e Joe Abley (ICANN) al meeting RIPE l’altroieri, ci si propone di introdurre DNSSEC nella root zone entro il 1° luglio 2010.

Nel frattempo, qualcuno ha avuto modo di accorgersi di come qmail sia pressochè impossibilitato a funzionare in presenza di zone DNS firmate, comportamento legato agli errori di qmail nel trattare risoluzioni DNS di dimensioni maggiori di 512 byte.

Problema che, notoriamente, qmail incontra abitualmente per domini con zone DNS “corpose” relativamente poco frequenti, ma quasi inevitabile anche per zone DNS “modeste” nel momento in cui la risoluzione DNS fornisce anche i record RRSIG insieme con il resto della pletora di informazioni legate a DNSSEC.

In pratica, appare plausibile che il progressivo deploy di DNSSEC avrà l’effetto collaterale di far sparire di concerto anche le installazioni di software non più mantenuto.

Dubito che piangerò per questo.

Read Full Post »

%d bloggers like this: