Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘calcio’

Reti intese come reti informatiche, mica quelle in cui si fa gol… 😉

EURO-IX ha rilasciato in questi giorni un documento (disponibile qui) contenente una analisi del traffico rilevato presso i principali Internet Exchange europei nel corso delle partite di calcio del recente mondiale sudafricano.

Pur non contenendo grosse sorprese, il documento è interessante, quindi invito alla sua lettura. Cito comunque il dato saliente che riguarda noi Italiani.

Indipendentemente dall’orario in cui si svolgevano le partite riguardanti la nostra nazionale, il traffico rilevato presso gli IX nostrani (MIX e NaMeX nello specifico) calava. Segnale evidente che in linea di massima la gente mollava il computer per mettersi davanti al televisore, anzichè guardare il match online. Questo dato è in controtendenza rispetto a quanto rilevato da IX in altre parti d’Europa: il VIX di Vienna e il LONAP di Londra,  ad esempio, hanno rilevato incrementi del traffico rispettivamente del 25% e del 110% (!!!), segno del fenomeno inverso.

Sul perchè le cose stian così c’è da aprire un lungo dibattito: qualità delle linee e disponibilità di banda insufficiente? Poca attitudine degli Italiani all’uso della rete come valida alternativa al televisore? Altro?

Quel che però è ancor più interessante (per me) è il fatto che il fenomeno rilevato da me, sul campione dei nostri utenti, è di segno inverso, soprattutto ed in particolare nella giornata del 24/06: il giorno in cui la partita con la Slovacchia si è svolta nel mezzo del pomeriggio lavorativo, le linee dei nostri clienti hanno incrementato il traffico in download fino a mandare in saturazione dei kit di raccolta ATM… 😛

Abbiamo clienti più evoluti della media?

Advertisements

Read Full Post »

La demenza del calcio…

La trovo esilarante.

Il resto del mondo sportivo cerca di usufruire della tecnologia ovunque possibile, pur di evitare che errori di valutazione possano radicalmente inficiare la validità di una competizione sportiva. Si pensi all’ampio uso di sistemi di rilevazione completamente automatici nell’atletica, ad esempio.

O, parlando più sensatamente di altri sport di squadra, all’ampio uso che il mondo del rugby fa della “prova-TV” in caso di mete dubbie.

In questo sport minore, invece, non solo si continua a persistere nella volontà di avere errori arbitrali, ma si impedisce anche agli arbitri di correggere i propri errori quando le immagini sui maxischermi, viste da tutto lo stadio, rendono palese la cantonata presa.

Il dubbio, francamente, è lecito: se gli strumenti ci sono, perchè non si vuole usarli?

Non è certamente una questione di costi: le immagini TV ci sono ugualmente, basterebbe semplicemente adibire il quarto uomo alla consultazione delle immagini disponibili in caso di azione dubbia (che poi è esattamente quel che accade nel rugby).

L’unica risposta plausibile, dal mio punto di vista, è che vi sia l’interesse a consentire che qui e lì gli errori vadano a favorire l’uno o l’altro.

Oppure, come è probabile, c’è qualcosa che mi sfugge.

Chi mi dice cosa?

Read Full Post »

%d bloggers like this: